Bolzano, Trento e Belluno in vetta: le città più green sono a Nord-Est #adessonews

Avanti piano

Rispetto a un punteggio del 100% teoricamente conseguibile con performance eccellenti, la capofila Bolzano si afferma con il 79 per cento, inferiore al quasi 85% ottenuto da Trento lo scorso anno. Peraltro, la media tra i 105 capoluoghi si alza leggermente, da 53,05 a 53,41 per cento.

Posto che i dati dell’edizione precedente si riferivano in grande maggioranza al 2020, l’anno più segnato dalla pandemia, mentre ora si analizzano in prevalenza i dati del 2021, ci si poteva probabilmente attendere uno scostamento maggiore e di conseguenza un miglioramento un po’ più marcato. In realtà qualche progresso c’è e – vista la grave crisi energetica che stiamo attraversando – rappresenta innanzitutto un piccolo segnale il netto aumento di solare termico e fotovoltaico sugli edifici pubblici, salito come media nazionale a 5,41 kW ogni mille abitanti (da 4,77), con Padova che si conferma in testa. Ma per il resto, dopo avere segnalato un modesto miglioramento della qualità dell’aria, non si modificano le tendenze generali.

LE 18 PAGELLE

Loading…

A fare qualche passo avanti sono i parametri che già godevano di un “abbrivio” favorevole. Su tutti, la raccolta differenziata dei rifiuti: il dato medio nazionale progredisce di due punti percentuali e si porta oltre il 60% (esattamente al 61,5, con Treviso capolista all’87,6%). In compenso, però, aumenta la produzione media annua, che si attesta a 526 chilogrammi di immondizia per abitante, contro i 514 dell’anno precedente.

Salgono i “metri equivalenti” di percorsi a disposizione dei ciclisti (sfiorando su scala generale quota 10 ogni 100 abitanti, e qui Reggio Emilia si conferma regina) e aumenta pure il conto degli alberi, che vede sempre Cuneo in testa. Ma il trasporto pubblico non riesce sostanzialmente a riprendersi, dopo il tracollo legato ai lockdown del 2020, e si mantengono praticamente inalterate voci critiche come quelle dell’alto tasso di automobili circolanti e della dispersione della rete idrica.

Sicilia in difficoltà

Anche in coda alla classifica generale le novità sono limitate. Dalle ultime dieci escono Brindisi e Ragusa, rimpiazzate da Salerno e Crotone. La Sicilia rimane la regione con più problemi, a partire dalle due città più grandi – Palermo e Catania – che finiscono penultima e ultima, scambiandosi le posizioni. Ma anche il Nord (con Alessandria, addirittura terzultima) e il Centro (con Massa e Latina) hanno le loro rappresentanti in crisi costante.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.ilsole24ore.com/art/a-nord-est-citta-piu-verdi-manca-sprint-post-pandemia-AEIepHDC”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.